Acquaviva d'Isernia

Procuratore Campobasso, mancano organici

Pochi magistrati, scarse risorse umane e un consequenziale prolungamento dei tempi della giustizia. Per la prima volta dopo la sua nomina al vertice della Procura di Campobasso, Nicola D'Angelo ha preso la parola in un incontro pubblico. Lo ha fatto, in qualità di rappresentante dell'Associazione magistrati, nel corso della cerimonia per l'inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte d'Appello di Campobasso. Un intervento nel quale ha parlato dell'attività che sta pianificando nella Procura del capoluogo, ma ha anche posto l'accento sulle problematiche generali che investono il settore della Giustizia in Molise. "Ci sono Tribunali che lavorano in maniera egregia con risultati d'eccellenza - ha detto - ma ci sono delle scoperture". In tal senso D'Angelo ha fatto un preciso riferimento alla Procura di Larino (Campobasso), dove ci sono sempre stati tre sostituti. Nonostante questo organico e l'impegno dei magistrati le pendenze dei fascicoli (2.000) rappresenta il chiaro segnale delle difficoltà.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie