Acquaviva d'Isernia

Liberi nell'Arte, reinserimento detenuti

Favorire la cultura del reinserimento del carcerato: è la finalità del progetto 'Liberi nell'Arte' promosso dall'Unione Cattolica stampa italiana (Ucsi) del Molise in collaborazione con Vatican News, ministero della Giustizia e Ispettorato generali dei Cappellani. Un itinerario che, in occasione del Sinodo dei Giovani, si svilupperà, dal 18 al 25 ottobre, in quattro istituti penitenziari: quello minorile di Casal del Marmo (Roma), le case circondariali di Rebibbia e Regina Coeli e la casa di reclusione di Paliano (Frosinone). Sarà presentato il 6 ottobre, nel corso della cerimonia di apertura del Sinodo, presso l'Aula Paolo VI in Vaticano, alla presenza di Papa Francesco. "Dalla marginalità abbiamo colto un'opportunità - ha commentato Rita D'Addona, Presidente Ucsi Molise - l'arte, nelle sue molteplici forme, riesce oggi a parlare ai giovani, consentendo a noi adulti di creare un ponte di comunicazione che diventi un momento di misericordia". Previsti collegamenti video da Casal del Marmo con l'Aula Paolo VI alla presenza del Santo Padre. Il progetto si sviluppa poi con visioni dei film d'arte di Michelangelo, con attori protagonisti del carcere femminile di Rebibbia, un incontro di arti e spettacolo con la compagnia de 'Il Giudizio universale' del carcere di Casal del Marmo e la visione del film 'Il Caravaggio' con attori protagonisti del carcere di Paliano. Evento centrale, il concerto musicale vocale live alla casa circondariale di Regina Coeli. Il progetto prevede anche l'istituzione di tre borse lavoro e due borse di studio finalizzate al reinserimento sociale e culturale dei detenuti. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie